Nuova garanzia “Infortuni professionali ed extraprofessionali”

La Convenzione Antonio Pastore n. 3175 amplia le prestazioni offerte con una nuova copertura assicurativa per i dirigenti in attività.

Dando pratica attuazione a quanto definito nell’ accordo di proroga del “CCNL per i Dirigenti di aziende del terziario, della distribuzione e dei servizi” sottoscritto il 16 giugno 2021, la Convenzione Antonio Pastore n. 3175 amplia le prestazioni offerte con una nuova copertura assicurativa per i dirigenti in attività.

La nuova copertura ha avuto decorrenza dal 1° gennaio 2022 ed offre i seguenti principali vantaggi:
• l’uniformità delle coperture per tutti i dirigenti, garantendo l’atteso intervento economico previsto dal CCNL in caso di morte o invalidità permanente conseguenti ad un infortunio;
• la liquidazione dell’indennizzo dovuto a prescindere da quanto liquidato da altre polizze in corso a favore dell’assicurato;• la copertura da rischi non sempre inclusi in prodotti similari.

In estrema sintesi:
• i dirigenti sono assicurati per un importo pari a sei annualità della retribuzione di fatto, con un massimo assicurato di 900.000 euro, che dovrà essere liquidato senza l’applicazione di alcuna franchigia se si verifica un’invalidità permanente;
• in caso di invalidità permanente parziale il dirigente ha invece diritto a una liquidazione proporzionale al grado di invalidità accertato;
• in caso di morte causata da infortunio è prevista una somma a favore degli aventi diritto pari a cinque annualità della retribuzione di fatto con un massimo assicurato di 750.000 euro;
• l’assicurazione è estesa anche ai casi di invalidità permanente da malattie professionali che riducono l’attitudine generica al lavoro in misura superiore al 10% del totale.

Per maggiore informazione:
• l’Assicurazione collettiva per Morte e Invalidità Permanente dell’Assicurato conseguenti a Infortunio è calcolata sulla base di una retribuzione annua massima di fatto stabilita convenzionalmente in € 150.000,00; in caso la sopraccitata retribuzione fosse superiore a tale cifra, l’obbligo contrattuale per la parte eccedente tale limite permane a carico del datore di lavoro;
• nel caso l’azienda abbia già provveduto al rinnovo di polizze contro i rischi di morte e invalidità permanente da infortunio per parte dell’anno 2022, la nuova garanzia “Infortuni professionali ed extraprofessionali” avrà effetto dal giorno successivo alla cessazione delle coperture in corso.

Per approfondimenti accedere all’Estratto delle Condizioni di Polizza cliccando qui.

28/01/2022