Assicurazioni casa: l’Italia è molto indietro

Contattaci per saperne di più su come proteggere la tua casa!

polizza casa
 

Malgrado l’Italia sia un territorio che, da Nord a Sud, presenta un marcato rischio idrogeologico, con il 91% dei comuni italiani coinvolti in questo tipo di problema, e malgrado rapine e furti in casa siano all’ordine del giorno, gli italiani stentano ancora a stipulare polizze sulla casa che, a tutti gli effetti, farebbe dormire loro sonni molto più tranquilli.

Recenti studi e analisi sul settore specifico, rivelano peraltro una situazione disomogenea: al Nord il 55,2% delle case appaiono protette da un’assicurazione, al Centro il dato cala al 30,4% per abbattersi ulteriormente nei territori meridionali, con solo il 22,4% di immobili assicurati.La media nazionale, secondo una ricerca di SWG, è del 34,2% ma è necessario considerare che tale dato è falsato dalle assicurazioni sottoscritte da chi sta pagando un mutuo per cui il numero di chi ha deciso di assicurare la casa di propria volontà cala del 40% circa.

Nonostante le zone centro-meridionali siano quelle che rischiano eventi sismici con maggiore frequenza, il dato meno consolante arriva dalla Sicilia, con solo l’1,0% di case assicurate; al contrario, la regione più attenta alla prevenzione dei rischi sulla casa è il Trentino Alto Adige, con il 62% di immobili assicurati.Tornando alla riflessione relativa al territorio nazionale, tra i più a rischio sismico d’Europa, ecco un altro dato che spiega ancora più a fondo la situazione a livello nazionale:In Italia le polizze antisismiche attualmente stipulate coprono dagli eventi avversi circa 500.000 immobili contro un totale di circa 35 milioni di unità.

Manca la cultura della prevenzione dei rischi e, ancora oggi, in molti casi si pensa all’assicurazione come qualcosa di inutile, troppo costoso e che non vale la pena di inserire nel budget familiare; in altre parole si può asserire che l’italiano medio continua a non percepire questi rischi nonostante siano reali ed evidenti.Chi decide di stipulare una polizza sulla casa lo fa, spesso, solo dopo aver subito un danno, causato da un sisma o da altri tipi di danni naturali, oppure dopo un furto con scasso.

È interessante apprendere anche quali siano le paure che, con maggior frequenza, attanagliano gli italiani. Lo studio di SWG fa emergere questa situazione: il furto è lo spauracchio peggiore, che toglie il sonno al 54% dei proprietari di prima casa e al 32,4% di chi possiede una seconda abitazione.Molti sono anche preoccupati dalle intrusioni in casa, con rischio di rapine o altri eventi violenti contro la persona: il 50% di chi è proprietario di prima abitazione e il 22,6% di chi possiede una seconda casa teme questo rischio.

Il rischio di incendio preoccupa, rispettivamente nelle due situazioni, il 29,1% e il 6,2% della popolazione, mentre il rischio di allagamento, causato dallo scoppio di una tubatura, mette in agitazione il 28,9% dei proprietari di prima casa e il 32,4% dei proprietari di seconde case.
Poiché, da sempre, si dice che prevenire è meglio che curare è bene informarsi su caratteristiche e costi delle coperture assicurative per poter dormire sonni molto più tranquilli. Per saperne di più sulle coperture assicurative per la casa: ASSIDIR SRL - Tel. 02/20203.1 - Email: info@assidir.it

Fonte: Estratto da Segugio.it